Come eseguire il root di Galaxy S20/S20+/S20 Ultra utilizzando Magisk: una guida completa

In questo tutorial, ti mostreremo come sbloccare il bootloader e eseguire il root del Samsung Galaxy S20, Galaxy S20+ e Galaxy S20 Ultra utilizzando Magisk. Questa guida è applicabile ai telefoni Galaxy S20 con Android 11 (One UI 3.0) e Android 10 (One UI 2.x).

Samsung ha la reputazione di rendere le cose difficili quando si tratta di sviluppo personalizzato. Negli ultimi anni, l’azienda ha implementato diverse nuove funzionalità di sicurezza che hanno ostacolato il processo di rooting/sviluppo, come Prenormal RMM State , DEFEX , ecc.

A partire dalla serie Galaxy S10, Samsung ha introdotto ancora più complessità che inizialmente impedivano agli utenti di eseguire il root dei propri telefoni seguendo il metodo tradizionale. Le modifiche sono state spiegate in dettaglio dal creatore di Magisk, John Wu, su XDA.

Per ricapitolare rapidamente, ci sono due modi per installare Magisk e ottenere l’accesso come root . È possibile eseguire il flashing dello ZIP del programma di installazione tramite un ripristino personalizzato come TWRP, oppure è possibile correggere l’immagine di avvio del telefono e ripristinare l’avvio con patch risultante sul telefono.

Se hai installato il ripristino TWRP sul tuo Galaxy S20 , puoi facilmente eseguire il root del telefono eseguendo il flashing di Magisk ZIP.

Ma, se non trovi alcun uso particolare per TWRP, l’installazione è ridondante e solo un passaggio aggiuntivo nel processo di rooting. In tal caso, puoi facilmente eseguire il root del Galaxy S20 applicando la patch al binario del firmware AP utilizzando Magisk e quindi ripristinandolo sul telefono utilizzando Odin. Le istruzioni seguenti ti guideranno attraverso il processo completo in modo dettagliato passo dopo passo.

Hey!  Lo sapevate? Puoi rimuovere facilmente il bloatware dalla serie Galaxy S20 senza root .

Nota importante

Il rooting del telefono cancellerà completamente i dati e farà scattare il contatore KNOX. Ciò significa che la garanzia del tuo telefono sarà annullata (distrutta) e non sarai in grado di utilizzare app come Samsung Pay, Secure Folder, ecc.

Questo è irreversibile, quindi assicurati di tenerlo a mente prima di iniziare a seguire le istruzioni.

Dispositivi supportati

Questa guida è applicabile a qualsiasi Galaxy S20, S20+ e S20 Ultra con Android 11 (One UI 3.0) o Android 10 (One UI 2.x) con i seguenti numeri di modello.

Nome del dispositivo                                                                                                   Numero di modello

Galaxy S20                                                                                                                    SM-G980F o SM-G980F/DS
Galaxy S20 5G                                                                                                              SM-G981B o SM-G981B/DS
Galaxy S20+                                                                                                                  SM-G985F o SM-G985F/DS
Galaxy S20+ 5G                                                                                                            SM-G986B o SM-G986B/DS
Galaxy S20 Ultra 5G                                                                                                    SM-G988B” o “SM-G988B/DS
Galaxy S20 (Hong Kong, Taiwan, Cina continentale)                                          SM-G9810
Galaxy S20+ (Hong Kong, Taiwan, Cina continentale)                                       SM-G9860
Galaxy S20 Ultra (Hong Kong, Taiwan, Cina continentale)                               SM-G9880
Galaxy S20 (Corea)                                                                                                      SM-G981N
Galaxy S20+ (Corea)                                                                                                   SM-G986N
Galaxy S20 Ultra (Corea)                                                                                           SM-G988N

Nota: i dispositivi Galaxy S20 con SoC Snapdragon venduti negli Stati Uniti con il suffisso “U”, “U1” e “W” nel numero di modello non sono compatibili. Questo perché questi modelli non supportano lo sblocco del bootloader.

Tuttavia, lo sviluppatore riconosciuto elliwigy ha ideato SamPWND , un servizio a pagamento che consente di sbloccare il bootloader su questi modelli. Per ulteriori informazioni su questo servizio, visitare il thread XDA originale qui .

Sommario

  • Prima di iniziare
  • Istruzioni
    • Passaggio 1: abilita lo sblocco OEM
    • Passaggio 2: sblocca il bootloader Galaxy S20
    • Passaggio 3: verifica il numero di build del software
    • Passaggio 4: scaricare il pacchetto firmware stock
    • Passaggio 5: estrarre il firmware dell’AP e trasferirlo sul telefono
    • Passaggio 6: patch del firmware AP tramite Magisk Manager
    • Passaggio 7: avvia il tuo Galaxy S20 in modalità download
    • Passaggio 8: scarica e avvia Odin Flash Tool sul computer
    • Passaggio 9: eseguire il flashing del firmware dell’AP con patch e eseguire il root del Galaxy S20 utilizzando Magisk
    • Passaggio 10: completare l’installazione aggiuntiva di Magisk
  • Il tuo Galaxy S20 è ora rootato!
    • Domande frequenti (FAQ)

Prima di iniziare

Prima di iniziare a eseguire le istruzioni, ci sono un paio di cose che dovresti fare.

Fai un backup completo

Prima di tutto, dovresti eseguire un backup completo di tutti i tuoi dati importanti memorizzati sul telefono. Lo sblocco del bootloader e il rooting cancelleranno completamente tutti i dati, comprese le app installate, i messaggi, i contatti e tutto ciò che è archiviato nella memoria interna.

Puoi anche dare un’occhiata al nostro articolo sul backup di diversi tipi di dati archiviati su dispositivi Android . In alternativa, puoi anche eseguire un backup completo utilizzando l’ utility Smart Switch di Samsung .

Installa i driver USB Samsung

Generalmente, il tuo computer Windows installerà automaticamente i driver USB richiesti per il tuo smartphone Samsung Galaxy. Ma non è sempre così. Quindi, se stai operando su un computer Windows, potresti voler scaricare e installare i driver USB Samsung ufficiali .

Se stai usando un PC macOS/Linux, non avresti bisogno di alcun driver aggiuntivo.

Ricarica il tuo Galaxy S20

Se non conosci cose come lo sblocco del bootloader, ti consigliamo vivamente di prenderti il ​​​​tuo tempo per capire cosa fa ogni passaggio.

Avere una carica della batteria sufficiente nel tuo Galaxy S20 assicurerà che non si spenga mentre segui le istruzioni e le esegui. Ti consigliamo di caricare il telefono a un livello di batteria minimo del 40-50%.

Istruzioni

Il processo di sblocco del bootloader e rooting della serie Galaxy S20 è un metodo vero e provato. Abbiamo suddiviso le istruzioni in 10 passaggi in modo che sia facile per te comprendere il processo completo.

Le uniche cose di cui avrai bisogno per eseguire le istruzioni sono:

  • Il tuo Galaxy S20, S20+ o S20 Ultra
  • Un computer Windows
  • Un cavo USB di tipo C compatibile

Detto questo, iniziamo con i passaggi.

Passaggio 1: abilita lo sblocco OEM

Il primo passo è abilitare lo sblocco OEM sul tuo dispositivo Galaxy S20. Questa opzione deve essere attivata prima di poter tentare di sbloccare il bootloader. Lo sblocco OEM risiede all’interno del menu “Opzioni sviluppatore”, che è nascosto per impostazione predefinita per impedire agli utenti di accedervi inconsapevolmente.

Puoi attivare le Opzioni sviluppatore seguendo il nostro tutorial . Dopo averlo fatto, vai su ” Impostazioni ” → ” Opzioni sviluppatore “ sul tuo Galaxy S20 e attiva l’ interruttore ” Sblocco OEM “. Quindi selezionare ” Abilita “ quando richiesto per confermare.

Passaggio 2: sblocca il bootloader Galaxy S20

Con lo sblocco OEM abilitato, ora devi sbloccare il bootloader del tuo Samsung Galaxy S20/S20+/S20 Ultra.

A differenza della maggior parte degli altri dispositivi OEM, Samsung non richiede l’utilizzo di comandi di avvio rapido o richiede il recupero di chiavi di sblocco. Potrebbe essere fatto direttamente sul dispositivo stesso. Quando hai attivato l’interruttore, il bootloader ha abilitato una speciale “Modalità di sblocco del dispositivo” che viene utilizzata per lo sblocco.

Per sbloccare il bootloader, spegni prima il tuo Galaxy S20. Quindi collegalo al computer utilizzando il cavo USB tenendo premuti insieme i tasti Volume su e Volume giù. Dovresti vedere la schermata del bootloader sul tuo telefono.

Ora premi a lungo il tasto Volume su per accedere alla ” Modalità di sblocco del dispositivo “. Dovresti ricevere una richiesta di conferma per sbloccare il bootloader. Infine, premi il tasto Volume su per confermare e sbloccare il bootloader sul tuo Galaxy S20.

 

Il bootloader del tuo Galaxy S20 è ora sbloccato e dovrebbe riavviarsi automaticamente. Dovresti anche vedere un messaggio di avviso subito prima della schermata iniziale di Samsung, proprio come mostrato nell’immagine qui sotto. Questo è un messaggio di avviso obbligatorio e del tutto normale. E prima che tu chieda, no, non c’è modo di sbarazzarsene (a meno che, ovviamente, non si riblocchi il bootloader , cosa che non dovrebbe essere eseguita mentre si è rootati).

Il primo avvio dopo aver sbloccato il bootloader potrebbe richiedere del tempo (per me ci sono voluti circa 3-4 minuti). Quindi sii paziente.

Ora che il bootloader è sbloccato, è importante eseguire la configurazione iniziale e verificare lo sblocco OEM per evitare che il servizio Vaultkeeper si attivi e riblocchi il bootloader. Dopo l’avvio del telefono, configuralo e connettilo a Internet. Quindi abilita le Opzioni sviluppatore come mostrato nel passaggio n. 1 e vai su ” Impostazioni ” → ” Opzioni sviluppatore “. L’interruttore di sblocco OEM dovrebbe essere disattivato e indicare che il bootloader è già sbloccato.

Ora che il bootloader è sbloccato, è il momento di iniziare con il processo di rooting.

Passaggio 3: verifica il numero di build del software

Prima di poter scaricare il pacchetto firmware di serie, è importante verificare il numero di build del software installato sul Galaxy S20. Ciò assicurerà di utilizzare e correggere il file del firmware corretto nei passaggi che seguono.

Per verificare il numero di build, vai su ” Impostazioni ” → ” Informazioni sul telefono ” → ” Informazioni sul software “ e annota le informazioni proprio sotto la sezione ” Numero di build “. L’ultima parte delle informazioni mostrate è il numero di build.

Nota: mentre stai verificando il numero di build, è una buona idea controllare anche eventuali aggiornamenti software in sospeso andando su “Impostazioni” → “Aggiornamento software” → “Scarica e installa”. In tal modo, ti assicurerai che il tuo Galaxy S20 disponga dell’ultimo software disponibile ed eliminerai il fastidio dell’aggiornamento manuale subito dopo il rooting.

Passaggio 4: scaricare il pacchetto firmware stock

Il rooting della serie Galaxy S20 comporta la patch del file del firmware AP con Magisk. Quindi, inizia scaricando il pacchetto firmware di serie per il numero di build del software attualmente installato sul tuo telefono.

Sebbene tu possa utilizzare database online come SamMobile , SamFrew , ecc., Ti consigliamo di utilizzare lo strumento Frija o Samloader per scaricare il pacchetto del firmware di serie. Questi strumenti scaricano il firmware più recente direttamente dai server di aggiornamento Samsung senza limiti di velocità. Per utilizzarli, avrai bisogno del numero di modello del tuo telefono e del codice CSC/regionale.

Innanzitutto, verifica il numero del modello andando su “Impostazioni” → “Informazioni sul telefono”. Per quanto riguarda il codice CSC del tuo telefono, puoi visualizzarlo scaricando e utilizzando l’ app ” Info telefono SAM ” dal Play Store.

Una volta che hai le informazioni, puoi avviare lo strumento Frija, inserire i dati richiesti nei campi e scaricare il pacchetto firmware di serie per il tuo Galaxy S20 sul tuo computer.

Passaggio 5: estrarre il firmware dell’AP e trasferirlo sul telefono

Una volta scaricato il pacchetto firmware, il passaggio successivo consiste nell’estrarne il contenuto. Quindi, vai alla posizione sul tuo computer in cui è stato scaricato il pacchetto firmware, fai clic destro su di esso, seleziona “Estrai tutto” e fai clic su “Estrai” per estrarre il contenuto del pacchetto firmware in una cartella.

La cartella estratta dovrebbe contenere i singoli file binari del firmware in .tar.md5formato. Questi saranno:

  1. AP
  2. BL
  3. CP
  4. CSC e HOME_CSC

Sebbene sia necessario solo il firmware AP per l’applicazione delle patch, non eliminare il resto dei file. Avrai bisogno di questi file più avanti durante questa guida.

Ora collega il tuo Galaxy S20 al computer tramite USB e abilita la modalità “Trasferimento file” su di esso. Copia il file del firmware AP estratto nella memoria interna del tuo Galaxy S20. Puoi copiare questo file ovunque, ti suggeriamo solo di copiarlo nella directory principale (al di fuori di tutte le cartelle) per un accesso più semplice.

Passaggio 6: patch del firmware AP tramite Magisk Manager

Ora devi patchare il firmware dell’AP con Magisk, tramite l’applicazione complementare Magisk Manager. Quindi, scarica l’ultimo Magisk Manager dalla pagina ufficiale di Github e installa l’APK sul tuo telefono .

Quindi, vai al cassetto delle app e avvia Magisk Manager sul tuo Galaxy S20. Quindi premi l’icona delle impostazioni (ruota dentata) in alto a destra nella finestra dell’app e premi l’ opzione ” Aggiorna canale “. Seleziona ” Beta “ dall’elenco e torna alla schermata principale dell’app.

Hey! Perché hai bisogno di fare questo? L’ultima versione di Magisk che supporta Android 11 (cioè Magisk 21.2 ) è disponibile solo sul canale beta pubblico per ora. Non preoccuparti, anche le build sul canale beta pubblico sono completamente stabili.

Ora, premi il pulsante ” Installa ” ” Avanti ” e quindi scegli ” Seleziona e applica patch a un file ” dall’elenco dei metodi di installazione disponibili. Questo dovrebbe aprire immediatamente la finestra di selezione del file per scegliere il file che vuoi patchare con Magisk. Quindi, vai alla memoria interna del tuo telefono e seleziona il file del firmware AP.

Una volta selezionato il file, premere ‘ ANDIAMO! ‘. Magisk Manager scaricherà l’ultima versione di Magisk e applicherà la patch al firmware AP. Il processo di patch potrebbe richiedere uno o due minuti a seconda della dimensione del file.

Al termine del processo, il firmware dell’AP con patch ( magisk_patched.tar ) verrà archiviato nella cartella ” Download ” della memoria interna del Galaxy S20. Collega il telefono al computer e copia il file del firmware dell’AP con la patch nella cartella in cui sono presenti gli altri file del firmware (BL, CP, CSC, ecc.).

 

Passaggio 7: avvia il tuo Galaxy S20 in modalità download

Per utilizzare lo strumento Odin per eseguire il flashing del firmware AP con patch, è necessario avviare il Samsung Galaxy S20 in modalità download (modalità Odin).

Per fare ciò, spegni prima il telefono. Quindi collegalo al computer tramite USB tenendo premuti insieme i tasti Volume su e Volume giù. Ora dovresti vedere la schermata Bootloader (quello che hai visto durante l’esecuzione del passaggio n. 2). Basta premere una volta il tasto Volume su per accedere alla modalità download.

  • Istruzioni dettagliate: come accedere alla modalità download su Samsung Galaxy serie S20

Ecco come appare la modalità di download:

 

Passaggio 8: scarica e avvia Odin Flash Tool sul computer

Per eseguire il flashing del file del firmware AP, avrai bisogno del famigerato Odin Flash Tool. Quindi, scarica Odin v3.14.1 (o successivo) ed estrai il contenuto del pacchetto ZIP scaricato sul tuo computer.

Ora avvia lo strumento Odin sul tuo computer facendo doppio clic sul file eseguibile ” Odin3 v3.14.1.exe “. Se ti viene richiesto con un messaggio sullo schermo, seleziona ” Ok “. Ora dovresti vedere la GUI dello strumento sullo schermo del tuo computer.

Lo strumento riconoscerà automaticamente il tuo Galaxy S20 in modalità download e visualizzerà il numero della porta COM corrispondente in alto a sinistra dell’interfaccia.

Hey! Suggerimento: se stai operando su un computer Linux/macOS, puoi eseguire il flashing del firmware sui dispositivi Samsung utilizzando Heimdall .

Passaggio 9: eseguire il flashing del firmware dell’AP con patch e eseguire il root del Galaxy S20 utilizzando Magisk

Con tutto ora pronto, è il momento di eseguire il flashing del file del firmware AP con patch e di eseguire il root del tuo Samsung Galaxy S20/S20+/S20 Ultra con Magisk.

Inizia caricando i binari del firmware nello strumento Odin come indicato di seguito:

  • Innanzitutto, fai clic su ” BL “ e seleziona il file del firmware BL ( BL_xxxxxxxxxxx.tar.md5 )
  • Fare clic su ” AP “ e selezionare il file del firmware AP con patch Magisk ( magisk_patched.tar )
  • Quindi, fare clic su ” CP “ e selezionare il file del firmware CP ( CP_xxxxxxxxxxx.tar.md5 )
  • Infine, fai clic su ” CSC ” e seleziona il file del firmware CSC ( CSC_xxxxxxxxxxx.tar.md5 )

Poche cose da notare:

  1. È essenziale utilizzare il normale file CSC invece di HOME_CSC quando si esegue il root del telefono inizialmente.
  2. Non tentare di eseguire il flashing del firmware dell’AP con patch da solo. Flashalo sempre insieme al resto dei file del firmware come BL, CP e CSC).

Una volta che tutti i file del firmware sono stati caricati negli slot corrispondenti, fai clic sulla scheda ” Opzioni “ in Odin e deseleziona ” Riavvio automatico “ (questo è importante). Infine, fai clic su ” Avvia “ per iniziare il processo di flashing.

Al termine del processo di lampeggiamento, dovresti vedere un ‘ PASS! ‘ messaggio in Odin e il tuo Galaxy S20 dovrebbe riavviarsi automaticamente. Puoi chiudere lo strumento e scollegare il telefono dal computer.

Passaggio 10: completare l’installazione aggiuntiva di Magisk

Prima che tu possa iniziare a utilizzare il tuo Galaxy S20 con root, ci sono un paio di cose che dovresti fare. Quindi, dopo l’avvio del telefono, collegalo a Internet e configuralo seguendo le istruzioni sullo schermo.

Quindi, vai al cassetto delle app e avvia l’app Magisk Manager. Magisk inizialmente installa uno stub e ti chiederà di installare l’app Magisk Manager completa. Quindi seleziona “Ok” e poi “Installa”.

 

Una volta installata l’applicazione Magisk Manager completa, aprila. Verrà quindi richiesto di completare la configurazione aggiuntiva. Quindi, premi “Ok” e attendi che la magia avvenga. Una volta completato, il telefono si riavvierà automaticamente.

 

Il tuo Galaxy S20 è ora rootato!

Questo è tutto! Hai eseguito correttamente il root del tuo Galaxy S20, S20+ o S20 Ultra utilizzando Magisk. Per verificarlo, puoi avviare l’app Magisk Manager e dovresti vedere la versione Magisk installata proprio accanto all’etichetta “Installato”. Puoi verificare ulteriormente se il tuo telefono rootato supera SafetyNet premendo il pulsante “Verifica SafetyNet” in Magisk Manager.

Hey! Da Magisk v20.4 in poi, Magisk Hide è disattivato per impostazione predefinita sulle nuove installazioni. Quindi, assicurati di attivarlo dalle impostazioni dell’app Manager e quindi ricontrolla lo stato di SafetyNet.

Ora vai avanti e inizia a utilizzare le applicazioni di root come Titanium Backup . Puoi anche nascondere il root dalle app bancarie e di sicurezza che generalmente potrebbero non funzionare su un dispositivo rooted.

Potresti installare alcune mod famose come ViPER4Android , EdXposed Framework e altro. Con Magisk, hai anche la possibilità di applicare modifiche al software senza sistema utilizzando moduli, come FOSSAPPS .

Domande frequenti (FAQ)

D. È arrivato un nuovo aggiornamento per Magisk, come posso aggiornarlo?

  • È facile. Apri Magisk Manager e tocca il pulsante “Aggiorna” e lascia che faccia il resto per te. Secondo lo sviluppatore, puoi aggiornare Magisk solo dall’app Magisk Manager.

D. Posso ribloccare il bootloader ed eliminare il messaggio di avviso?

  • Sì, è possibile ribloccare il bootloader del tuo Galaxy S20 . Assicurati di farlo dopo aver ripristinato il firmware di serie . Un’altra cosa degna di nota è che ribloccare il bootloader NON RIPRISTINERÀ IL CONTATORE KNOX. Ciò significa che non sarai ancora in grado di utilizzare app/servizi come Samsung Pay, Health, ecc.

D: Come posso installare gli aggiornamenti software sul mio Galaxy S20 dopo il rooting?

  • Non installare aggiornamenti OTA una volta che il telefono è rootato. Dopo il rilascio di un nuovo aggiornamento software, scarica il relativo pacchetto firmware ed esegui nuovamente i passaggi 5-9 di questo tutorial. Non tentare di eseguire il flashing del file del firmware AP di serie dopo aver eseguito il root.
  • Durante il processo di aggiornamento, è possibile utilizzare il file HOME_CSC durante l’esecuzione del passaggio n. 9 invece del normale CSC. Ciò impedirà la cancellazione dei dati sul telefono durante il processo di aggiornamento.

D: Il mio Galaxy S20 con root non supera il test SafetyNet e mostra Hardware evalType. C’è qualcosa che potrei fare?

  • Ciò è causato dalla nuova attestazione SafetyNet basata su hardware ed è qualcosa controllato da Google da parte loro.
  • È possibile ignorare l’attestazione hardware utilizzando il modulo Universal SafetyNet Fix .

Quindi ormai hai imparato come sbloccare il bootloader e fare il root di Samsung Galaxy S20, S20+ e S20 Ultra usando Magisk. Se hai domande o ti trovi in ​​una posizione difficile durante l’esecuzione delle istruzioni, faccelo sapere.

ARTICOLI CORRELATI

Scarica Google Camera Port per dispositivi Samsung Galaxy [GCam Mod]

2 modi per eseguire un ripristino delle impostazioni di fabbrica su Galaxy S20, S20+ e S20 Ultra

 

Leave a Comment